Zoloft
J.A.T. template series was designed 2006 by 4bp.de: www.4bp.de, www.oltrogge.ws
CittÓ

Nairobi Mombasa Kisumu Nakuru Ruiru
Eldoret Thika Machakos Malindi Baia di Homa
Baragoi Bungoma Busia Embu Garissa
Hola Kakamega Kajiado Kapenguria Kericho
Kiambu Kilifi Kisii Kitale Kitui
Isiolo Lamu Limuru Lodwar Lokichokio
Loiyangalani Mandera Maralal Marsabit Meru (Kemu)
Moyale Mumias Muranga Naivasha Namanga
Nanyuki Narok Nyahururu Nyeri Thika
Voi Wajir Webuye Wundanyi






















Nairobi:


Nairobi Fondata nel 1899, la città si trova sul fiume Nairobi, nel sud della nazione ed è ad un'altezza di 1661 m. sopra il livello del mare.

Nairobi è la città più popolata dell'Africa orientale, con una popolazione urbana valutata tra i 3 e i 4 milioni di abitanti. E'considerata sia politicamente che finanziariamente una delle città più grandi dell'Africa.







storia

La zona su cui sorge la città era essenzialmente paludosa e quindi inabitabile fino a quando nel 1899 fu costruito un deposito per il rifornimento della ferrovia dell'Uganda E' stata completamente ricostruita agli inizi del novecento ,quando a causa di uno scoppio di peste la citta' originale era stata bruciata .
La posizione dell'accampamento ferroviario di Nairobi era stato scelto per la posizione centrale fra Mombasa e Kampala , per la rete dei fiumi così che poteva fornire all'accampamento l'acqua e la relativa altitudine faceva si che le temperature erano troppo basse affinchè la zanzara della malaria potesse sopravvivere.
Nel 1905, Nairobi sostituisce Mombasa come capitale del protettorato britannico, e la città si sviluppa intorno all'amministrazione ed al turismo, inizialmente sotto forma di caccia grossa. I colonialisti Britannici hanno iniziato ad esplorare la regione, usando Nairobi come loro primo porto di scalo. Ciò ha spinto il governo coloniale a costruire parecchi grandi hotel nella città e gli occupanti principali erano
britannici dediti alla caccia grossa.
Nairobi ha continuato a svilupparsi sotto il dominio britannico e molti inglesi si stabiliscono alla periferia della città. La continua espansione ha cominciato a fare arrabbiare la gente Maasai e Kikuyu, i quali finirono per chiedere che la terra fosse loro restituita .
Dopo la conclusione della seconda guerra mondiale, questo attrito si è sviluppato nella ribellione di Mau Mau. Jomo Kenyatta, futuro presidente del Kenia, è stato imprigionato per la sua partecipazione , anche se non c'erano prove che lo collegavano alla ribellione. La pressione impiegata dai locali sui Britannici ha provocato l'indipendenza keniana nel 1963, con Nairobi capitale della nuova repubblica.
Dopo indipendenza, Nairobi si è sviluppata velocemente e questo sviluppo ha esercitato una grande pressione sulle infrastrutture della città.
L'ambasciata degli Stati Uniti a Nairobi è stata bombardata nel mese di agosto del 1998 da Al-Qaida, come uno di una serie di bombardamenti alle ambasciate degli Stati Uniti. Oltre duecento civili sono stati uccisi. Ora è il luogo di un parco commemorativo.


geografia

Nairobi è situata fra le città di Kampala e Mombasa. È vicino al bordo orientale della Riff Valley. Le colline di Ngong,situate ad ovest della città, sono la caratteristica geografica più importante della zona . Il monte Kenia è nord di Nairobi ed il monte Kilimanjaro è verso sud-est , entrambe le montagne sono visibili in una giornata limpida.
Il fiume Nairobi ed i relativi affluenti attraversano la provincia . Il premio nobel per la pace, Wangari Maathai ha combattuto ardentemente per conservare la foresta indigena di Karura a nord di Nairobi che era sotto la minaccia di essere sostituito da proprietà immobiliari ed altre infrastrutture .


clima

A 1661 metri sopra il livello del mare, Nairobi gode di un clima temperato.
Nella stagione giugno / luglio la temperatura può scendere fino a 10 ° , mentre nella stagione più calda ( dicembre / marzo ) la temperatura è di media 24 ° .
Ci sono due stagioni delle pioggie e poichè Nairobi è situata vicino all'Equatore, le differenze fra le stagioni sono minime. La sincronizzazione tra l'alba ed il tramonto non variano immensamente durante l'anno, in quanto Nairobi è vicina all'Equatore.

parchi e giardini

Il monumento di Nyayo, situato nel parco di Uhuru, è stato costruito in 1988 per commemorare i 10 anni del governo dell' ex presidente Daniel Arap Moi.
Nairobi ha molti parchi e spazi all'aperto all'interno della città. Central Park è adiacente al parco di Uhuru ed include un memoriale per Jomo Kenyatta, il primo presidente del Kenia. Altri spazi all'aperto notevoli includono i giardini di Jeevanjee, City park e l'arboreto de Nairobi.


commercio ed economia

I&M Bank ha sede a Nairobi .In città vi è la sede della Borsa valori di Nairobi (NSE), una delle più grandi dell'Africa . Il NSE è stato riconosciuto ufficialmente come borsa valori d'oltremare tramite la borsa valori di Londra nel 1953.
Nairobi è la sede regionale di parecchie aziende ed organizzazioni internazionali,fra cui le Nazioni Unite ,l'UNEP e le sedi dell'ONU-Habitat.
Le merci prodotte includono il vestiario, il tessile, i materiali da costruzione, le bevande e le sigarette. Parecchie aziende straniere hanno costruito le fabbriche in ed intorno alla città , fra cui Firestone e Goodyear, che hanno fabbriche sulla strada per Mombasa.


distretto centrale di affari e grattacieli

Nairobi si è sviluppata intorno al distretto centrale degli affari. Ha una figura rettangolare, intorno alla strada principale di Uhuru, al viale di Haille Selasse, al viale di Moi ed alla via dell'università.
Una caratteristica del distretto centrale degli affari che colpisce di più i turisti stranieri sono i grattacieli. Ciò è dovuto ad un boom della costruzione dopo l'indipendenza ed un'altra verso la fine degli anni 90 e l'inizio del 2000.
La maggior parte dei grattacieli sono le sedi dei commerci e delle società, quale l'I&M.


collina superiore

Oggi, molte attività commerciali stanno studiando la possibilità di trasferire le loro sedi fuori del distretto centrale degli affari perché la terra è poco costosa .
Le aziende che si sono mosse dal CBD verso la collina superiore includono Citibank.Nel 2007, la coca-cola ha iniziato la costruzione della sua sede africana .


società e coltura

Verso la metà del ventesimo secolo, molti stranieri si sono stabiliti a Nairobi da altre colonie britanniche, soprattutto dall'India e dal Pakistan.
La maggior parte di questi immigranti sono operai che erano arrivati per costruire la ferrovia Mombasa - Kampala .Vi sono inoltre comunità provenienti dalla Somalia e dal Sudan.
Poichè Nairobi ha una composizione varia e multiculturale, ci sono un certo numero di chiese, di moschee, di templi . I posti principali di culto a Nairobi includono la cattedrale della sacra famiglia, la cattedrale dei santi, Ismaili Jamat Khana e la moschea di Jamia.
Nairobi ha due nomi informali. Il primo è �la città verde al sole�, che è derivata dal verde e dal clima caldo della città. Il secondo è �la capitale del safari nel mondo�, perche'è la base per il turismo dei safari.


letteratura e pellicola

Nairobi è la sede ed il punto d'incontro di molti produttori e creatori di film .
Kwani? è il primo giornale letterario del Kenia .
Forse il libro e la pellicola più famosi girati a Nairobi, è Out of Africa. Il libro è stato scritto da Karen Blixen sulla sua vita trascorsa in Kenia , infatti ha vissuto nella zona di Nairobi dal 1917 al 1931 .
Nel 1985, il libro è stato trasformato in film e la popolarità della pellicola è stata tale da far si che è stato aperto un museo dedicato a lei .


musica

Nairobi è il centro della scena keniana della musica.
Benga è un genere musicale che si è sviluppato a Nairobi fra gli anni 40 e gli anni 60 , è una fusione di musica Luo e di jazz.
Negli anni 70, Nairobi si è trasformata in un centro importante per la musica africana orientale e centrale. Durante questo periodo, Nairobi è diventata il punto centrale per la musica soukous , questo genere musicale è nato a Kinshasa e Brazzaville, le due più grandi città del Congo.
Recentemente, Nairobi si è trasformata nel centro della scena keniana dell' hip hop. Il genere è diventato molto popolare fra la gioventù africana orientale .


sport

Il centro sportivo internazionale di Moi nel sobborgo di Kasarani è stato completato nel 1987 ed è stato usato per ospitare i giochi dell'Africa.
Il complesso ha uno stadio che contiene 60.000 persone ,una palestra e una piscina.
Lo stadio di Nyayo è stato completato nel 1983, ha una capienza di 30.000 utenti ed è usato soprattutto per il gioco del calcio.
Il Nairobi City stadium è il primo stadio della città ad essere usato per il football. Nairobi Gymkhana è la sede della squadra keniana del cricket.
Nairobi è una destinazione di golfi molto importante ed è sede di alcuni dei percorsi più belli dell'Africa.


turismo

Nairobi non è una destinazione turistica principale, ma ha parecchie attrazioni turistiche. Il più famoso è il parco nazionale di Nairobi,contiene molti animali compreso i leoni ed le giraffe oltre a 400 specie di uccelli .
La città è sede di parecchi musei. Il museo nazionale del Kenia è il più grande della città ,alloggia un'ampia raccolta di manufatti, compreso i resti di un ragazzo di homo erectus . Altri musei importanti sono il museo ferroviario ed il museo di Karen Blixen.


trasporto aeroporti

Nairobi è servita soprattutto dall'aeroporto internazionale Jomo Kenyatta. È il più grande aeroporto dell'Africa orientale e centrale. L'aeroporto è il punto centrale per il transito dei passeggeri che volano verso le attrazioni naturali dell'Africa orientale e le altre città più piccole dell'Africa orientale e centrale. L'aeroporto è situato a 20km dal centro di Nairobi ed è servito da tassì, servizi pendolari e vetture.


bus

I bus sono la forma più comune di trasporto pubblico a Nairobi. Matatus, minibuses posseduti da privati cittadini sono la forma più popolare di trasporto locale . Matatus funziona all'interno di Nairobi ed a partire da Nairobi ad altre città. La destinazione dei matatu è stampata dal lato del bus.
I matatus erano facilmente distinguibili per i loro colori vivaci ,in quanto i loro proprietari verniciavano il proprio matatu con i colori della squadra di gioco del calcio preferita o dell'hip hop .
Tuttavia, nel 2004 una legge è stata approvata per cui tutti i matatu hanno dovuto includere le cinghie, regolatori di velocità e tutti sono verniciati in un bianco uniforme con la fascia gialla attraverso .


informazione

La città è la sede dei più grandi giornali dell'Africa orientale:Daily nation e The Standard. Questi sono distribuiti in Kenia e coprono una gamma di edizioni nazionali e regionali. Entrambi i giornali sono pubblicati in inglese.


alloggiamento

La maggior parte dei keniani ricchi vive a Nairobi ma la maggior parte di Nairobiani è povera e vive nei bassifondi.Lo sviluppo di questi bassifondi è il risultato dell'urbanizzazione, di povera urbanistica e dell'indisponibilità dei prestiti per i lavoratori a basso reddito.
Kibera è uno dei più grandi bassifondi in Africa ed è situato ad ovest di Nairobi.
Per accontentare la crescente richiesta di alloggi si stanno costruendo nuove case dentro e alla periferia della città .


popolazione

Nairobi ha sperimentato alcuni dei più alti tassi di accrescimento di tutta la città in Africa. Il tasso di accrescimento di Nairobi è attualmente del 6.9%. È valutato che la popolazione di Nairobi raggiungerà 5 milioni nel 2015.


crimine

Durante gli anni 90, Nairobi ha lottato con il dilagare della criminalità , guadagnando la reputazione di essere una città pericolosa . Come precauzione per la sicurezza, la maggior parte delle case hanno una guardia ,le inferriate alle finestre e cani per perlustrare la loro terra durante la notte. Ai turisti si raccomanda di nascondere i propri valori di notte.
Il crimine da allora è diminuito nella città, ciò è dovuto anche all'aumentata presenza della polizia.


università

L'università di Nairobi è la più vecchia università del Kenia. È stata fondata nel 1956 ed ha circa 22.000 allievi.
L'università Kenyatta è situata a 23km dal centro di Nairobi, sopra oltre 1.000 acri di terra.




torna su





Mombasa:


Mombasa Mombasa, il più importante porto sulla costa orientale africana con una popolazione di 900.000 abitanti, è una città calda, fumosa e ricca di storia, risalente al XII secolo. Da secoli dominio esclusivo dei musulmani, la città venne in passato attaccata dai Portoghesi che, nel 1505, la rasero al suolo. Fu ricostruita in fretta e furia per essere poi nuovamente ridotta a un ammasso di macerie da un governatore di Mombasa, armato fino ai denti, durante la lunga battaglia contro i Portoghesi.
Passeggiando per la Città Vecchia, che reca ancora molte testimonianze di questo turbolento periodo, potrete ammirare molti deliziosi balconi e facciate dei negozi in legno decorato.
L'attrazione principale della parte vecchia è Fort Jesus, la fortezza che domina
l'ingresso al porto: fu costruita dai Portoghesi nel 1593 e cambiò occupanti
nove volte tra il 1631 e il 1875. Trasformata oggi in museo, la fortezza presenta un'interessante combinazione di elementi architettonici italiani, portoghesi e arabi.
Il nucleo centrale della città si sviluppò sull'Isola Mombasa, collegata alla terraferma tanto a nord quanto a sud. La stazione ferroviaria si trova al centro dell'isola, vicina a numerosi buoni alberghi, ristoranti e luoghi interessanti. Una fascia di bellissime spiagge si estende lungo la costa appena a sud della città. Mombasa è collegata a Nairobi da numerosi voli, è in funzione anche un regolare servizio di autobus e traghetti tra Mombasa e la Tanzania




torna su





Kisumu:


Kisumu Kisumu è un porto nel Kenia occidentale con una popolazione di 322.024 abitanti.
È la terza città più grande del Kenia occidentale e la capitale della provincia di Nyanza.
Il porto è stato fondato nel 1901 come terminale interno principale della ferrovia dell'Uganda ed è chiamato Port Firenze. Anche se il commercio ha stagnato negli anni 80 e 90,ora sta sviluppandosi intorno alle esportazioni di olio.
Kisumu è sul lago Victoria , è servito da Kisumu Airport, con i voli quotidiani normali per Nairobi ed altre destinazioni. Ci sono programmi per espandere l'aeroporto in previsione dell'aumento del commercio verso la Tanzania e l'Uganda. Kisumu significa letteralmente un posto di commercio di baratto.
Le attrazioni nella città includono il mercato di Kibuye, il museo di Kisumu, una riserva dell' impala, una riserva per gli uccelli, il promontorio dell'ippopotamo e il parco nazionale dell'isola di Ndere.




torna su





Nakuru:


Nakuru Nakuru è a nord-ovest di Nairobi, con approssimativamente 300.000 abitanti è attualmente la quarta citta' più grande del paese, si trova a circa 1850 m. sopra il livello del mare.
A circa 8 chilometri dalla città sulla collina chiamata Hyras , in seguito a scoperte archeologiche si sono trovati reperti relativi all'era preistorica. I raccolti principali intorno a Nakuru includono il caffè, il frumento, l'orzo, il mais ed i fagioli.
Nakuru è inoltre un centro scolastico importante. È la sede dell'università di
Egerton, (una grande università pubblica) e dell'università di Kabarak. Il turismo è un'attività economica importante .Il lago Nakuru, è Il parco piu' famoso per il gran numero di fenicotteri. Il parco inoltre ha molti animali selvaggi che possono essere visti durante il safari. Le città circostanti includono Lanet, che si trova a circa 10 chilometri da Nakuru, dove esiste una base dell'esercito. Njoro è a 20 chilometri da Nakuru ed è una piccola città agricola con un'università locale puntata in particolar modo sullo sviluppo agricolo.




torna su





Ruiru:


Riuru Ruiru è una città nel distretto di Thika La città è circondata da numerose piantagioni di caffè.

Nel 1999, Ruiru aveva una popolazione di 100.000 abitanti, ma ha avuto un notevole incremento, tanto che nel 2005 gli abitanti sono stati valutati oltre 220.000. La città ha dovuto affrontare molti problemi per adattarsi all'afflusso della gente.










torna su





Eldoret:


Eldoret Eldoret è a nord-ovest di Nairobi, vicino all'Uganda. E' situata a sud delle colline di Cherangani, ad un'altezza di circa 2100 metri sopra il livello del mare. La popolazione era 193.830 abitanti nel 1999 ed attualmente è la quinta città più grande del Kenia. Il nome ?Eldoret? deriva dal significato ?fiume pietroso? ?del eldore? perché la base del fiume vicino è molto pietrosa.
All'inizio dell'era coloniale, la zona è stata occupata dai Nandi,prima che dai Maasai e prima ancora dai Sirikwa.
L'estensione ferroviaria dell'Uganda, ha raggiunto Eldoret nel 1924,iniziando un'era nuova della prosperità e dello sviluppo. Nel 1928,è stato installato un rifornimento idrico convogliato dal fiume Sosiani e nel 1933, l'East l'African Power e l'Lighting Company hanno installato una centrale elettrica. A quel punto, Eldoret ha avuto un piccolo aeroporto. Eldoret è governato da un consiglio comunale.
Il sindaco corrente è Jonah Maiyo. La città ha un grande mercato ed inoltre è conosciuta per il caseificio. Le industrie importanti includono il tessile, il frumento, il piretro ed il cereale. Eldoret ha un'università con 14.855 allievi a partire dal 2006.
(l'università di Moi di medicina (MUSM)è la seconda scuola medica del kenya)




torna su





Thika:


Thika Thika è a nordest di Nairobi, è una città nella provincia centrale, e si trova sulla strada A2 a 40 chilometri a nordest di Nairobi sul fiume di Thika. La temperatura media è di 25 gradi e la pioggia media è 1020mm all'anno. Ha una popolazione di 150.000 abitanti durante la notte e di circa 350.000 durante il giorno. A Thika,si possono ammirare le cascate di Chania e la cascate di Thika , mentre il parco nazionale di Ol Donyo Sabuk sta a sud-est della città. Il declino della industria tessile ha colpito le ditte locali,compreso i laminatoi del panno di Thika (TCM), la qualita del cotone è tale da compete con i fornitori egiziani e cinesi. Ci sono due spiegazioni per il nome Thika. Uno ha origine nella parola Guthika, che significa seppellire. Durante la grande carestia ,i Maasai si avventurarono fuori dai loro territori normali cercando l'acqua per il loro bestiame. Due fiumi attraversano la terra di Kikuyu, il fiume Thika e Chania,entrambi forniscono il sostentamento per i contadini Kikuyu. Entrambe le tribù, disperate per la sopravvivenza, hanno combattuto per questa acqua una battaglia sanguinaria in seguito alla quale rimasero pochi superstiti. Un monticello vicino all'hotel Blue post è il luogo presunto dove i guerrieri sono stati sepolti. L'altra spiegazione viene dalla parola Masai , buttare qualcosa fuori bordo. Verso la fine del diciannovesimo secolo, gli stranieri ,sia europei che asiatici ,hanno iniziato a stabilirsi in questo avamposto, essendo un punto di riposo conveniente fra Nairobi e le altre regioni. Tantissime sono le scuole , alcune di queste sono:

Scuola primaria di Gatumaini
Scuola primaria di Mugumoini
Accademia Thika di Moi
Scuola primaria della st Patrick
Scuola primaria della st David
High School di Chania
High School di Equatore
High School di Mang'u
High School di Thika
Scuola di Imani (asilo - forma IV)

Ci sono scuole che forniscono la formazione ai ciechi ed i bambini fisicamente andicappati:
SCUOLA PRIMARIA PER I CIECHI ,la scuola è stata aperta nel 1945 come centro di riabilitazione per i soldati feriti. È stata convertita in scuola primaria nel 1948.
Al marzo 2007, ci erano 114 allievi maschii e 102 femminili nella scuola, con 25 insegnanti. Il motto della scuola: Il successo è il nostro obiettivo principale.
La scuola primaria SPECIALE di Joytown è una scuola per i bambini fisicamente andicappati, è stata fondata in 1962 da un ufficiale dell'esercito della salvezza, il colonnello Cyril Woods.
L'obiettivo era dare la riabilitazione ai bambini fisicamente andicappati per permettere loro di camminare e ottenere le abilità che li renderanno fiduciosi in sè stessi.




torna su






Machakos:

Machakos Machakos è una città a 64 chilometri a sud-est di Nairobi. La popolazione sta sviluppandosi velocemente ed ora è di 144.109 abitanti. Machakos è circondato da terreno collinoso, con un alto numero di poderi degli agricoltori, Machakos è stata fondata nel 1889, dieci anni prima di Nairobi.

La città è stata il primo centro amministrativo per la colonia britannica. Nel 1899 a Machakos è stata terminata la ferrovia per l'Uganda. Le scuole superiori sono la scuola primaria di Machakos e la scuola dei ragazzi. Altre scuole famose includono la High School dei bambini.

Un posto in una delle colline circostanti è famoso per ?acqua che fluisce contro la gravità? è situato sulla collina di Kituluni. I colloqui relativi alla pace con il Sudan sono stati tenuti a Machakos, con conseguente protocollo il 20 luglio 2002.




torna su





Malindi:

Malindi Malindi raggiunge 95000 abitanti circa, oggi Malindi è un'importante centro turistico multietnico, famoso in tutto il mondo per la bellezza delle suo mare, per la grande ospitalità e affabilità del suo popolo; uno dei posti più pescosi al mondo.
Vi risiedono permanentemente circa 5000 italiani, è bello passeggiare o fare "un giro" per le strade di malindi, dove ogni angolo ha qualcosa di particolare e ogni strada negozi (Duka), bancarelle e persone di tutti i tipi.
Ovviamente incontriamo anche i diffetti che denotano la mancanza di ricchezza dell'intero paese. Si può definirla ormai una città italiana sulle coste del Kenya, circondata da villaggi turistici, ha una lunga storia che risale al XVI secolo e alle conquiste portoghesi. Qui il clima è caldo e piacevole tutto l'anno, con una temperatura media di 29 gradi e la città offre un mix etnico e culturale davvero straordinario: tribù africane, indiani, arabi, swahili e naturalmente europei.
E'il punto di partenza per diverse escursioni.




torna su





Baia di Homa:

Baia di Homa La baia di Homa è una baia e una città sulla riva sud del golfo di Winam del lago Victoria, nel Kenia occidentale.

Si trova vicino al monte Homa ed al parco nazionale di Ruma, celebre per i cervi di Jackson e per le antilopi roan (il governo inoltre ha ripopolato il parco con le giraffe reticolari ).

La baia di Homa ospita un consiglio comunale. Il comune ha una popolazione urbana di 32.174 abitanti.







torna su





Baragoi:

Baragol Baragoi è una città mercato ,situata a nord di Maralal ed ad est della valle di Suguta, fa parte del distretto di Samburu.

L'intera divisione di Baragoi ha una popolazione di quasi 20.000 abitanti, composta principalmente dalle tribù di Samburu, di Turkana e di Somali.












torna su





Bungoma:


Bungoma Bungoma è una città nella provincia occidentale del Kenia, confinante a ovest con l'Uganda. La città è stata fondata come centro commerciale all'inizio del 20esimo secolo ed ha un consiglio comunale. Il comune ha una popolazione urbana di 44.196 abitanti. L'attività economica principale è l' agricoltura ed il commercio sostenuti dalla ferrovia che attraversa la città.
Bungoma ha visto un grande aumento dei casi segnalati di HIV/AIDS durante gli ultimi 10 anni. La zona è inoltre il centro dei riti di circoncisione dei Bukusu,che avvengono ogni anno , in agosto ed in dicembre. Il comune di Bungoma ha otto quartieri, quattro di loro (Khalaba, Mjini, Sinoko e stadio) fanno parte del collegio elettorale di Kanduyi ed i quattro restanti (Namasanda, Musikoma, Sio e Siritanyi) fanno parte del collegio elettorale di Bumula.




torna su





Busia:


Busia Busia è una città sul confine tra il Kenia e l'Uganda.

Ha una popolazione urbana di 30.777 abitanti.















torna su





Embu:


Embu Embu è una piccola città, situata a circa 120 chilometri a nord est di Nairobi verso il monte Kenia , con una popolazione di 41.092 abitanti. La città è inoltre il centro commerciale principale della zona ,è stata fondata nel 1906 dai coloni britannici.
Quartier generale della provincia orientale, ospita gli uffici provinciali pubblici importanti compreso il General Hospital.
Embu, è conosciuta per gli alberi di jacaranda, che trasformano letteralmente
il paesaggio quando fioriscono perdendo le loro fogli verdi e si trasformano in porpora , solitamente in Ottobre-Novembre. La città è situata sulla riva del fiume Ruvingaci ,nonostante sia molto piccola ,Embu ha una piccola pista di atterraggio (di lunghezza 1 chilometro).
Ci sono numerose chiese cristiane , compreso la cattedrale Anglicana di Saint Paul e le sedi diocesane cattoliche in Mugoya. La cattedrale posteriore ha un disegno Africano unico ed è fra i più grandi in Africa. Embu forma un comune che ha sette quartieri (valle blu, Itabua, Kamiu, Kangaru, Majengo, Matakari e Njukiri).




torna su





Garissa:



Garissa Garissa è una citta'a nord est di Nairobi, verso la Somalia ,ha una popolazione di 65.881 abitanti. Il fiume Tana attraversa la città. Gli abitanti sono essenzialmente Somali. I clan principali sono Ogaden ed un piccolo numero di altre tribù di minoranza citati comunemente come tribù d'angolo. Garissa forma un comune che ha sei quartieri (Biashara, Bulla, Jamhuri, mercato, Mashambani e stadio).










torna su





Hola:


Hola Hola, anche conosciuto come Galole è una piccola città sul fiume Tana con una popolazione di 6931 abitanti. In città vi è un mercato animato e un traghetto locale di canoe attraverso il fiume.

All'interno della città c'è un distretto ospedaliero e delle prigioni.












torna su





Kakamega:


Kakamega Kakamega è una città occidentale che si trova a circa 30 chilometri a nord dell'Equatore. La città ha una popolazione di 73.607 abitanti e si trova sul lago Vittoria. Più di 400 specie di uccelli sono state trovate nella foresta tropicale di Kakamega e riempiono l'aria con i loro richiami , è inoltre la casa del più grande e aggressivo cobra dell'Africa ,passa molto tempo sugli alberi, e attacca i passanti ignari. Altri serpenti nella zona includono il mamba nero e il mamba verde.

Gli abitanti locali sono principalmente della tribù di Luhya, la cui attività economica pricipale è l'agricoltura e la pesca. Le aziende locali sono basate principalmente sulla produzione dello zucchero.Kakamega era la scena della corsa all'oro all'inizio degli anni 30, causata parzialmente dai rapporti del geologo Albert Ernest Kitson.




torna su





Kajiado:

Kajaido La citta' è a sud di Nairobi , lungo la strada principale di Arusha.

La gente locale è principalmente della tribù dei masai.















torna su





Kapenguria:


Kapenguria Kapenguria forma un comune con una popolazione urbana di 13.000 abitanti.
Il comune ha sette quartieri (Chemwochoi, Kaibos, Kapenguria, Keringet/Psigirio, Kisiaunet, Siyoi e Talau).

Si trova vicino al parco nazionale della palude di Saiwa, in città ha sede un museo nella prigione in cui Jomo Kenyatta fu incarcerato nel 1953 , per il suo ruolo presunto nella ribellione dei Mau Mau.

Per portare la pace fra alle otto tribù della zona ad ovest di Pokot annualmente organizzano "la corsa della pace" , inoltre per fornire l'educazione per gli orfani delle guerre tribali vi è la sede dell'accademia di pace di Tegla Loroupe.




torna su





Kericho:


Kericho Con un'alta percentuale di piovosità , Kericho è il centro dell'industria del tè.

La più grande fabbrica del tè è posseduta da Unilever Kenia e produce la marca popolare di Ketepa. Gran parte del tè inoltre è esportato nel Regno Unito.

La città ha una popolazione urbana di 30.000 abitanti ed è stata chiamata così dopo che un capo Maasai, Kericho ole, è stato ucciso là in una guerra tribale nel diciottesimo secolo.

Kericho è il luogo di nascita di Joginder Singh, famoso pilota di rally e di Joyce Chepchumba, una maratoneta medaglia olimpica. L'università degli insegnanti di Kericho è fra le istituzioni piu' importanti per imparare l'inglese.
Ci sono molte scuole in kericho :

High School di Kericho
High School delle ragazze di Kipsigis
Scuola secondaria di Kericho
Scuola secondaria del tè di Kericho
High School delle ragazze del tè di Moi




torna su





Kiambu:


Kiambu Kiambu ha una popolazione urbana di 13.814 abitanti.

La città è circondata dal terreno coltivabile collinoso di Kikuyu. Mentre Nairobi sta sviluppandosi velocemente , sempre più gente va ad abitare nelle città vicine, così che Kiambu è sottoposta all'urbanizzazione ed è vista come ancoraggio futuro alla città capitale Nairobi. Oltre a Kiambu centrale, ci sono villaggi quali Ndumberi, Riabai,Kihingo, Ngegu e Kangoya tra gli altri.

La città ha un consiglio scelto con un sindaco e consiglieri. Kiambu club fu aperto nel 1916, è uno di più vecchi percorsi di golf nel Kenia. Il club ha inoltre altre attivita' come il tennis e le piscine.




torna su





Kilifi:


Kilifu kilifi è una città sul litorale keniano , è situata sull'estuario del fiume Rare. La spiaggia in se è conosciuta come spiaggia di Bofa e sarebbe una delle spiagge migliori del Kenia.

La città si trova sull'insenatura di Kilifi fra Malindi e Mombasa,ed ha una popolazione urbana di 30.394 abitanti.

Kilifi è conosciuta per la spiaggia e per le rovine di Mnarani, compreso le moschee e le tombe, datati dal quattordicesimo e diciassettesimo secolo.






torna su





Kisii:


Kisii Il comune di Kisii ha una popolazione di quasi 70.000 abitanti.
Essendo situata in una zona agricola , ci sono poche attività industriali anche se vicino alla città si estrae la steatite.

In città vive un gran numero di indiani,i quali recentemente hanno comprato
parecchie proprietà dai Gusii e stanno incrementando i supermercati e le costruzioni.

I Kikuyu ed altre Comunità invece si occupano del commercio .






torna su





Kitale:


Kitale Kitale è una città agricola nel Kenia occidentale situata fra il monte Elgon e le colline di Cherengani ad un'altezza di 2100 mt. La popolazione urbana è di 63.254 abitanti circa .

I prodotti principali della zona sono girasole, tè, caffè, piretro, fagioli e mais . Kitale è una città mercato per la zona agricola locale ed è conosciuta per il museo di Kitale e per un centro agroforestale. Il parco nazionale della palude di Saiwa si trova vicino alla città. E' stata fondata nel 1908 dai coloni bianchi.

Una diramazione della ferrovia dell'Uganda da Eldoret ha raggiunto Kitale nel 1926 dando impulso nuovo allo sviluppo della città.




torna su





Kitui:


Kitui Kitui è una città rurale a 130 chilometri ad est di Nairobi e a 75 chilometri ad est di Machakos.

È la capitale del distretto di Kitui nella provincia orientale del Kenia. La città di Kitui ha una popolazione di 13.244 abitanti.

La grande maggioranza della gente è Akamba.









torna su





Isiolo:

Isiolo Isiolo è una città nella provincia orientale, a nord di Meru.

Si è sviluppato intorno agli accampamenti militari locali, infatti gran parte della popolazione è discendente degli ex soldati somali che avevano combattuto nella prima guerra mondiale.

La città ha una popolazione urbana di 12.000 abitanti ,inoltre è conosciuta per il grande mercato, mentre la produzione della gioielleria è l'industria locale.
Il Samburu,il Buffalo Springs ed il Shaba riserva nazionale sono a nord della città.
Dal 1995, la città è stata la sede del Vicariato Apostolico di Isiolo.

Il 14 luglio, 2005, Bishop Luigi Locati, che ha rappresentato la chiesa in Isiolo,
è stato assassinato.




torna su





Lamu:


Lamu Lamu è una fantastica cittadina piena di meraviglie, ammantata da un'atmosfera medievale. Popolata quasi esclusivamente da musulmani, la più antica città abitata del Kenya non ha cambiato di molto l'aspetto e il carattere nel corso dei secoli.

In passato florida cittadina portuale, oggi Lamu è un centro fuori mano e autosufficiente, estremamente tranquillo e rilassante. Nessun'altra città swahili, ad eccezione di Zanzibar, è in grado di offrire tanta ricchezza culturale e un tradizionale stile architettonico ancora intatto (antenne televisive a parte). Potrete avere un eccellente panorama della cultura e della storia della città visitando il Lamu Museum, sul lungomare.

Se il museo riuscirà a stuzzicare la vostra curiosità sulla cultura swahili, allora non mancate di ammirare l'edificio, splendidamente restaurato, che ospita lo Swahili House Museum. Una delle più bizzarre attrazioni di Lamu è il Donkey Sanctuary.
È vivamente consigliabile fare un giro in canoa.

Adagiata sull'Isola Lamu, lungo la costa superiore del Kenya orientale, Lamu è raggiungibile con imbarcazioni diesel in partenza da Mokowe, sulla terraferma; in alternativa potete prendere un volo che atterra nella vicina isola di Manda.




torna su





Limuru:

Limuru Limuru è una città del Kenia centrale.
La popolazione nel 2004 era di circa 4800 abitanti. È il luogo di nascita del famoso produttore africano wa Thiongo di Ngugi. E' una città situata a circa 50 km a nord-ovest di Nairobi.

La maggior parte dei residenti di Limuru contano sull'agricoltura per la loro vita quotidiana. Durante l'era coloniale la maggior parte dei coloni bianchi hanno occupato questa zona per la sua terra fertile , nel tempo hanno impiantato grandi piantagioni di tè.

Limuru ha una stazione ferroviaria che arriva in Uganda ,inoltre vi è un'azienda manifatturiera di scarpe e molti degli abitanti della città e dintorni trovano qui il loro posto di lavoro. La lingua madre di Limuru è il Kikuyu. Limuru fa parte del distretto di Kiambu.




torna su





Lodwar:

Lodwar Lodwar è la più grande città del Kenia nord occidentale, si trova ad ovest del lago Turkana sulla strada A1.

Le industrie principali sono la tessitura ed il turismo.

Le colline di Loima si trovano ad ovest della città .

Lodwar è la capitale del distretto di Turkana ed ha una popolazione di 17.000 abitanti.







torna su





Lokichokio:

LokichokioE' denominata Loki.

La città si trova sulla strada A1 ed è servita dall'aeroporto di Lokichogio. È a circa 30 chilometri dal confine internazionale con il Sudan. La gente locale è pricipalmente nomade della tribù di Turkana e si occupa soprattutto del bestiame.

A Novanta chilometri a sud di Loki è Kakuma, uno di più grandi accampamenti dei rifugiati del Sudan, dell'Etiopia, e della Somalia, I militari keniani hanno installato a Lokichokio un punto di controllo del confine fra il Kenia ed il Sudan.




torna su





Loiyangalani:

Loiyangalani Loiyangalani è una piccola città situata sul litorale sud-est del lago Turkana. La città ha 1000 abitanti. Loiyangalani significa “un posto con molti alberi, È stata fondata vicino ad una sorgente d'acqua dolce negli anni 60 , qui ancora oggi vive la gente di Elmolo.

Le industrie principali includono la pesca, il turismo ed la ricerca dell'oro. È una destinazione turistica popolare nel Kenia del Nord, poichè i villaggi circostanti di EL Molo e di Turkana offrono esperienze uniche.

Il lago Turkana è inoltre una destinazione turistica popolare per coloro che non sono deboli di cuore. La città ha una pista di atterraggio e si trova vicino al monte Kulal, conosciuto per le foreste e le pietre.




torna su





Mandera:

Mandera Mandera è una città nella provincia nord-orientale,vicino al confine con l'Etiopia e la Somalia.

Ha una popolazione di 30.433 abitanti. Nel 2005 cè stata una grande carestia.

La gente locale appartiene principalmente a tribù somale.











torna su





Maralal:

Maralal Maralal è una piccola città nel Kenia del Nord, si trova nel distretto di Samburu.
La città ha una popolazione urbana di 16.281 abitanti.

La città serve da base per le attività turistiche quale le camminate lungo sentieri,
trasportare le persone lungo il fiume e le corse del cammello. E'una città turistica con molti hotel poco costosi e gente amichevole.








torna su





Marsabit:

Marsabit è l'ultima punta di civilizzazione nell' ampio deserto del Kenia del Nord. La città è situata su un vecchio vulcano estinto da milioni di anni. E' abitata da molti immigranti somali ed etiopici e si vanta di una pista di atterraggio.

Circa il 40% della gente che vive a Marsabit sono cristiani, i musulmani sono il 32% ed il 28% credono nelle religioni tradizionali. Marsabit è a una distanza di circa 550km da Nairobi. La città è un centro commerciale che si vanta di tre stazioni di benzina,una banca, negozi, ristoranti, e perfino una lavanderia a secco.

Il rifornimento ed il movimento delle merci e dei servizi fra Moyale (merci dall'Etiopia) e Isiolo (merci da Nairobi) passano attraverso questo centro. L'agricoltura inoltre svolge il suo ruolo nella zona ,coltivare il miglio ed il mais da consumare localmente ed il rifornimento della gente nomade. Il Paradiso del lago (che attrae la selvaggina quali gli elefanti ed il bufalo) ed il cratere di Bongole, situato nel cuore della foresta , sono entrambe le attrazioni locali per i turisti.

La città e la zona circostante sono di interesse culturale per gli antropologi e ad altri ricercatori.




torna su





Meru (kemu):

Meru Meru , conosciuta anche come KEMU, ha una popolazione urbana di 42700 abitanti, è situata a circa 8km dall'equatore bagnata dal fiume kathita.

La citta' è un centro agricolo , ha anche hotel e banche. Ci sono scuole secondarie e primarie , tra cui la High scool Kaaga (la scuola delle ragazze). La produzione piu' importante della citta' è il caffè ,ma anche la mirra (Khat) Molti produttori preferiscono la coltivazione della mirra perche' è finanziaramente più remunerativa.






torna su





Moyale:


Moyale Moyale è una città spaccata fra due nazioni la parte più grande si trova in Etiopia e la zona più piccola è keniana.

È situata sulla strada principale tra Nairobi-Addis Ababa. Durante la seconda guerra mondiale, entrambe le parti della città sono state occupate dagli Italiani e sono state riprese dai Britannici il 15 luglio 1940.










torna su





Mumias:


Mumias Mumias è una città nella provincia occidentale del Kenia. Ha una popolazione urbana di 32.965 abitanti.

La città è collegata dalla strada a Kakamega (a est), Busia (a ovest), Bungoma (a nord), Butere (a sud). Il villaggio di Buchinga è situato fra Mumias e Kakamega. Mumias lo Sugar Company è un datore di lavoro importante.

La città ha una delle squadre migliori del gioco del calcio nel Kenia. Alla periferia della citta' , sulla strada per Kakamega, cè un ospedale denominato st Mary. È stato realizzato dalla chiesa cattolica.




torna su





Muranga:


Muranga Muranga si trova fra Nairobi e Kenia Muranga (denominata come Murang'a) è una città nella provincia centrale del Kenia , precedentemente è stata denominata Fort Corridoio.

È capitale del distretto di Murang'a. È situata fra Nyeri e Thika.












torna su





Naivasha:


Naivasha La città di Naivasha è a nord-ovest di Nairobi , verso il confine con l'Uganda. È situata sul lago Naivasha e lungo la strada principale per Nakuru e la ferrovia dell'Uganda.

Naivasha fa parte del distretto di Nakuru. La città ha una popolazione urbana di 14.563 abitanti. L'industria principale è l'agricoltura, particolarmente floricultura.
Naivasha è inoltre una destinazione turistica popolare.

Il parco nazionale del cancello dell'inferno, il parco nazionale di Longonot le escurzioni inoltre hanno incluso il lago Naivasha, per osservare il comportamento degli ippopotami , degli uccelli così come di altri animali selvaggi.




torna su





Namanga:


Namanga Namanga è una città che si trova sul confine con la Tanzania. È distante 130 chilometri da Arusha.

L'economia di Namanga dipende dal turismo , poichè i turisti che visitano il parco nazionale di Amboseli passano comunque attraverso la città per far ritorno a Nairobi. Nairobi è a 200 chilometri da Namanga. la città ha una popolazione urbana di 5500 abitanti.









torna su





Nanyuki:


Nanyuki Nanyuki è una città che si trova a nord-ovest del Kenia centrale. È stata fondata dai coloni britannici nel 1907 e spesso è visitata dall'esercito britannico, così come dagli scalatori e dai viaggiatori con zaino e sacco a pelo. La città si trova sulla strada A2 e sul fiume Nanyuki. Nanyuki ha una popolazione urbana di 31.577 abitanti.

Un parco si trova nel centro della città e a sud dell'aeroporto, passa
l'Equatore. Per ricordare questa esperienza molti turisti vanno li e si fanno fotografare. Nanyuki ha l'acqua più pulita del Kenia poiché la fonte del rifornimento
idrico è un fiume che scende dalle falde del Mt. Kenia.

Le istituzioni accademiche includono la scuola primaria della High School,
la scuola primaria di Nanyuki ed altre. È la sede per l'organizzazione Kenayodemo della gioventù.




torna su





Narok :


Narok Narok è una vecchia città ad ovest di Nairobi nel sud-ovest del Kenia, lungo la Riff Valley.

Narok ha una popolazione intorno ai 40.000 abitanti, principalmente Masai.
È l'ultima città principale prima di entrare nel parco nazionale di Masai Mara.












torna su





Nyahururu:


Nyahururu Nyahururu è una città che si trova ad est di Nakuru. Ora fa parte del distretto di Laikipia nella provincia della Rif Valley. La città ha una popolazione urbana di 24.751 abitanti. Nyahururu è stata fondata dai colonizzatori britannici.

E' la più alta città del Kenia e qui hanno la sede l'universita' di Laikipia e l'università di Egerton.

La regione intorno a Nyahururu è pricipalmente agricola. A nord Ngarua è famosa per la produzione del mais , mentre Shamata a sud per la coltivazione delle patate.
Ultimamente, l'agricoltura del fiore ha portato vita nuova a Nyahururu. Il clima temperato , la disponibilità della terra ed il lavoro poco costoso possono essere
alcune delle attrazioni per incrementare l'agricoltura.




torna su





Nyeri:


Nyeri Nyeri è una città nel Kenia del nord a 180 km da Nairobi. La popolazione era di 98.908 abitanti nel censimento del 1999. L'industria principale è Il caffè ed il tè
ed il mais è il cibo base della popolazione. Nei dintorni ci sono molte destinazioni turistiche.

In questa città risiede Wangari Maathai, vincitore del premio nobel della pace nel 2004.

Il parco naturale di Wajee si trova sud della città. Ora è il posto di sepoltura del signor Robert Baden-Powell, un eroe della guerra dei Boeri e fondatore del movimento d'esplorazione.

A circa 5 chilometri lungo la strada dal luogo della tomba del Baden-Powell sorge la missione di Mathari, che è stata costruita dai missionari italiani all'inizio del ventesimo secolo. La missione ha un certo numero di case ed una scuola per infermieri professionali. L'ospedale fornisce la cura libera alla gente della zona circostante gratis ed ha un'ala riservata per i pazienti più ricchi.




torna su





Thika:


Thika Thika ha una popolazione di 88.300 abitanti si trova a 40 km da Nairobi.
Il fiume che la bagna si chiama thika, il suo parco nazionale è Ol Donyo Subak.

La città è uno dei centri piu apprezzati per l'industria del tessile,famosa per il suo cotone.












torna su





Voi:


Voi Voi è una città mercato nel Kenia del sud, si trova al confine del parco nazionale dello Tsavo alla giunzione della linea ferroviaria che congiunge Nairobi a Mombasa e a Taveta.

Voi è situato nel distretto di Taita-Taveta.













torna su





Wajir:


Wajir Wajir è una citta' nella provincia nord orientale del kenya, ha una popolazione di 32.250 abitanti ed è situata in una zona molto arida.
















torna su





Webuye:


Webuye Webuye è una città industriale nel distretto di Bungoma ,situata sulla strada principale per l'Uganda. La città è la sede della più grande fabbrica di carta della regione,così come vi sono un certo numero di produttori di zucchero e dell' industria chimica.

Ha un clima tropicale e il territorio è molto popolato ed è usato pricipalmente per l'agricoltura. La zona intorno a Webuye è abitata dalla tribù Bukusu.

La città ha una popolazione urbana di 19.600 abitanti. I villaggi vicino a Webuye includono Lugulu e Misikhu.




torna su





Wundanyi:


Wundanyi Wundanyi è una città che si trova sulle colline di Taita ad ovest di Voi. È inoltre la sede del distretto di Taita-Taveta.

La città ha una popolazione di 4000 abitanti , è al centro di una zona agricola ed
i pendii delle colline circostanti sono coltivati a terrazze. La città è una base per escursioni, mentre le attrazioni locali includono la foresta di Ngangao,(conosciuta per le farfalle) la roccia di Wesu e la caverna dei teschi.







torna su

 

Foto Kenya

Sondaggi